ASSOCIAZIONE OLISTICA DEL BENESSERE

CHAKRAIM

ASSOCIAZIONE OLISTICA DEL BENESSERE

Il Reiki, che ha le sue radici nel buddismo tibetano, è un antico e semplice metodo di cura tramite il tocco delle mani. Mikao Usui, monaco cristiano giapponese che lo riscoprì tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, chiamò reiki “arte per la guarigione”. In una persona sana e armonica questa forza vitale scorre liberamente, ma in seguito a fattori esterni o interni, spesso emotivi, può andare incontro nel tempo anche a blocchi o vuoti. A lungo andare, il perdurare di questo squilibrio energetico, può indurre delle somatizzazioni e trasformarsi in tensioni fisiche, contratture, spasmi, dolori, disfunzioni di organi, malattie. Con il tocco delle mani si riequilibrano le energie del paziente, infondendogli benessere. Prenota il tuo benessere! www.chakraim.it - Corso Trieste 23 - Moncalieri (TO) - 10024

Il Reiki degli Angeli è una delle correnti di Reiki che ‘utilizza’ l’energia degli Angeli, pure forme di luce ed amore, aiutandoti a sintonizzarti con loro per irradiare la loro energia. Puoi scegliere di ricevere un trattamento completo, oppure una seduta con i cristalli, o anche, puoi chiedere di far trattare una situazione o una relazione per risolverla. Inoltre, puoi chiedere una canalizzazione per ricevere risposte alle tue domande. Prima di tutto, parleremo insieme dei tuoi motivi, in modo da definire l’obiettivo che intendi raggiungere. L’energia che ricevi durante un trattamento è molto dolce ed intensa; è come una nuvola di energia benefica che lavora dove ne hai più bisogno, sempre sotto la direzione amorevole degli Angeli. Il Reiki degli Angeli non è solo un’ulteriore corrente di Reiki. Infatti, potrebbe aiutarti nella tua crescita spirituale, fino a capire qual è veramente lo scopo della tua vita, perché gli Angeli amano aiutarci a risvegliare e stimolare quei processi di auto-guarigione interiore di cui abbiamo bisogno per capire meglio noi stessi. Sedute su appuntamento. www.chakraim.it Corsoi Trieste 23 -Moncalieri (TO) INFO: 3491960725


IL REIKI E LE VIE DELLO SPIRITO

Il Reiki e le vie dello Spirito è la realizzazione di un sogno iniziato diversi anni fa! Creare una scuola di Reiki che possa anche essere una rete di collegamento tra i numerosi formatori del settore. Il sogno è di favorire la diffusione di differenti discipline olistiche. L’importante è comprendere che queste tecniche sono volte al nostro benessere e praticabili in perfetta sinergia con la medicina tradizionale. Il sogno è di poter offrire la possibilità di scoprire nuovi strumenti per la propria evoluzione. Il Reiki può essere l’inizio di un percorso di crescita personale dal quale ci si può espandere ed esplorare altre vie…e le vie dello Spirito sono infinite! L’importante è esserci…seguire il nostro cuore, restare nel flusso, condividere noi stessi e il frutto delle nostre esperienze con tutti coloro che si vogliono affacciare a questo meraviglioso mondo che porta al benessere: che porta a riprendersi la vita nelle proprie mani. I livelli del Reiki nel metodo di guarigione naturale di Mikao Usui (Usui Shiki Ryoho) sono tre. Solo dopo anni di pratica si può seguire il percorso per diventare Master. Primo livello Reiki – Shoden In breve il primo livello di Reiki è quello fondamentale: si recupera la capacità innata di riequilibrare se stessi ponendo le mani sul corpo fisico. Attraverso l’attivazione, un forte trattamento di Reiki fatto dall’insegnante, ridiventiamo canali per l’energia della Fonte Creatrice (REI) che si unirà consapevolmente alla nostra energia vitale (KI). Potremo di nuovo lasciarla fluire verso i nostri squilibri e accelerare tutti i processi di guarigione. Secondo livello Reiki – Chuden Con il secondo livello di Reiki si potrà far fluire più Reiki dalle proprie mani; riequilibrare direttamente la sfera mentale ed emotiva; trattare intere situazioni ed inviare Reiki a distanza. Non ci saranno più vincoli di spazio e tempo dato che nel profondo siamo tutti collegati. Questo verrà ampiamente illustrato e spiegato sia da un punto di vista scientifico che da un punto di vista spirituale. Richiede almeno sei mesi di pratica di Reiki primo livello. Terzo livello Reiki – Okuden Il terzo livello di Reiki rivolge l’energia verso la parte più profonda dell’individuo portando equilibrio alla sua sfera spirituale: all’anima. Permette un profondo lavoro su di sé e favorisce la crescita spirituale. Si ottiene la possibilità di portare riequilibrio alla matrice spirituale che a cascata influirà tutti gli altri piani. Richiede circa un anno di pratica di Reiki Secondo Livello. Master Reiki – Shinpiden Il livello Master invece è un percorso che serve per imparare a diffondere, insegnare e trasmettere il Reiki agli altri. Da questa capacità deriva anche una grande responsabilità ed il “maestro” dovrebbe prima di tutto conoscere se stesso ed essere in grado di relazionarsi con gli altri in modo compassionevole, con il cuore. Essendo un percorso molto personale richiederà tutto il tempo che il maestro e l’allievo ritengono necessario.

Per tutte le informazioni contattateci alla sezione Contatti.


SHODEN - Il primo livello Reiki

Il primo livello Reiki viene chiamato Shoden e si apprende solitamente in un paio di giorni. Dopo una processo di purificazione, gli adepti ricevono l'Energia dal maestro. A questo livello, non ci sono simboli. È un livello finalizzato all'assorbimento del dolore e alla guarigione. Per ricevere l'energia Reiki, l'adepto deve attendere che il Maestro di Reiki gliela doni. La cerimonia è breve, ma bisogna che trascorrano due giorni prima di poter intervenire. L'iniziazione rientra nella tradizione ed è parte insostituibile del metodo Reiki di Mikao Usui. Chi esegue dei trattamenti energetici senza aver ricevuto queste iniziazioni in realtà si limita a trattare qualcuno o qualcosa mediante la sola energia personale. L'iniziazione consente invece al soggetto di divenire un canale attivo di Energia Reiki. Questa armonizza infatti l'energia personale, al secondo chakra, con quella cosmica, al settimo chakra. Questo garantisce un costante rifornimento di energia cosmica ai propri canali. Il primo livello del Reiki consente al praticante di poter effettuare dei trattamenti base originati da una serie di posizioni delle mani sul corpo del paziente. A ciò si aggiunge l'auto trattamento, che avviene sempre con le mani a contatto del corpo e infine il trattamento veloce, chiamato anche di pronto soccorso. Dopo un periodo di circa tre mesi di esperienza, il praticante può quindi decidere se passare al secondo livello Reiki, oppure limitarsi al primo.


OKUDEN - Il secondo livello - IL LIVELLO CREATIVO

Dopo aver conosciuto, sperimentato e approfondito per un certo tempo (si consiglia almeno tre mesi) il Reiki di Primo Livello, chi lo desidera può avvicinarsi in modo più intenso e completo all'Energia Cosmica con l'iniziazione di Secondo Grado. Ognuno dovrebbe sentire da solo quando è il momento opportuno per questo passo, ed essere pronto ad affrontare con serenità ulteriori cambiamenti nella propria vita prima di affrontare una nuova "spinta" energetica di purificazione e di crescita potente come quella del Secondo Livello Reiki. L'organismo ha bisogno di tempo per integrare le nuove esperienze. A volte è l'insegnante stesso a dire all'allievo quando quest'ultimo è pronto per il Secondo Livello. Nel Centro Olistico Chakraim non risuona questa particolare scelta, in quanto in occidente il legame tra "maestro" ed "allievo" è certamente ben diverso rispetto all'oriente. Responsabilizzare l'allievo ad ascoltarsi, a sentirsi e a prendere decisioni autonome rimane un valore da non sottovalutare in un ambito come il Reiki. Infatti il Reiki è un sistema che mira alla libertà, all'individuazione e all'autorealizzazione. Con il Secondo Livello si viene iniziati a tre simboli cosmici capaci di rendere l'impiego del Reiki indipendente dallo spazio e dal tempo; vengono apprese le tecniche di base per l'utilizzo di tali simboli, e il modo di operare "trattamenti a distanza", sia su persone che su situazioni astratte. Con il Secondo Livello Reiki il flusso energetico aumenta sensibilmente. Eppure questo aumento non appare così significativo a fronte del fatto che la vera potenza del Reiki è in diretta connessione con un'autentica apertura di cuore.


DAI KO MYO - Terzo livello - IL LIVELLO DELLA LUCE E SILENZIO

Alcuni Operatori Reiki, dopo aver sperimentato a lungo le possibilità e le potenzialità del Secondo Livello, desiderano semplicemente completare la loro formazione energetica per una crescita personale, per un bisogno ancora più profondo di contattare se stessi, in un "luogo" che è il cuore stesso del Reiki: Dai-Ko-Myo. Il Terzo Livello costituisce in un certo senso la chiusura del cerchio del Reiki, considerando il passaggio dalla FASE MANUALE (Primo Livello Reiki) alla FASE CREATIVA (Secondo Livello Reiki), sino ad approdare alla FASE EMOZIONALE E SPIRITUALE, ovvero all'essenza del Reiki, la "Grande Luce Splendente", Dai-Ko-Myo. Il Primo Livello mette in gioco un intenzionale atteggiamento di non-fare, in quanto è l'energia stessa che agisce in modo adatto proprio dove serve e l'Operatore Reiki con presenza, atteggiamento amorevole e ascolto si limita ad appoggiare le sue mani e ad affidarsi all'intelligenza e all'azione riequilibrante dell'energia. Il Secondo Livello mette in gioco un atteggiamento diverso che implica la presenza di una direzione, di un impiego intenzionale della volontà e della propria responsabilità: in sostanza di un fare. Come se fosse una suprema sintesi di una tesi e di una antitesi - che comunque non sono tra loro in opposizione - il Terzo Livello apre la porta alla dimensione di un superiore e più consapevole non-fare, un lasciarsi andare, un equilibrio dinamico di rilassamento e concentrazione, un fondersi con l'energia stessa. Colui che coglie lo spirito del Reiki vive questo non-fare creando il vuoto dentro di sé (lasciando da parte preoccupazioni, bisogni, desideri, scopi) per far scorrere pienamente l'energia, per essere tutt'uno con essa, per cogliere la pienezza del Silenzio. Colui che realizza in sé il Terzo Livello non diventa però pigro lasciando che le cose accadano da sole; egli, piuttosto, fa in modo che il suo fare non offuschi mai la voce del sentire, del cuore, dello spirito. La direzione interiore che lo guida su un sentiero che ha un cuore non contempla giudizi, essa porta di fronte alle cose nel qui e nell'ora e a vederle per come sono, senza presunzione, sensi di colpa, paure. Attraverso questo stesso sentiero il Dai-Ko-Myo porta a crescere e maturare la fiducia e l'intima certezza che fintanto vi sarà equilibrio interiore accadrà sempre la cosa "giusta". L'armonizzazione di Terzo Livello trasmette un nuovo potente impulso di crescita; viene coinvolta la propria sfera emozionale e spirituale, ma anche la percezione acquista ancora maggiore sensibilità e si fa più sottile. Naturalmente tutto ciò richiede ancor più equilibrio e responsabilità - anche se al tempo stesso stimola tali requisiti -, perché la propria presunzione, la propria importanza personale e la propria "arte di raccontarsela" sono sempre in agguato e possono in ogni momento contaminare il sentire, la voce della dimensione più autentica. Il Terzo Livello "invita" l'Operatore Reiki a un continuo "viaggio" d'esplorazione e meditazione nella propria intima dimensione spirituale e facilita il contatto con le realtà sovrasensibili.


REIKI MASTER - Il percorso formativo per diventare insegnante

Diventare Reiki Master è un percorso più che un corso ed ha come scopo quello di formare insegnanti di Reiki che amano diffonderlo con cuore, impegno e passione. Non è finalizzato ad essere più efficaci nei trattamenti o ad essere più “potenti”: non vogliamo illudere nessuno su questo punto, per acquisire nuovi strumenti terapeutici è sufficiente il terzo livello. Chi è alla ricerca di maggiore comprensione e sensibilità rispetto all’energia troverà molta più soddisfazione nel frequentare i nostri corsi e seminari di approfondimento, creati proprio con questo scopo, mentre coloro che amano effettuare trattamenti su altre persone a titolo amatoriale o professionale troveranno anche molti benefici dal corso Curare la relazione. Essere insegnanti nella nostra visione non coincide con il saper fare le attivazioni, che sono tecnicamente molto facili da fare, quasi alla portata di un bambino. Essere insegnanti significa comprendere profondamente ciò che si dice nei corsi, avere una vasta esperienza diretta del Reiki in ogni sua applicazione, saper esporre correttamente gli argomenti, saper prendersi cura dei propri allievi e relazionarsi con loro. Per acquisire queste competenze, in particolare rispetto al “saper essere” oltre che saper fare, potrebbe essere utile ad alcuni frequentare corsi di approfondimento – Padroni di Noi Stessi. Il conseguimento del Master Reiki prevede i seguenti passaggi: almeno sei mesi di pratica di terzo livello la ri-partecipazione gratuita al maggior numero possibile di corsi di primo, secondo livello e terzo livello (variabile in base al curriculum reikistico dell’aspirante Master) l’approfondimento di alcuni argomenti un esame per dimostrare la profonda conoscenza di tutti gli argomenti dei tre livelli l’attivazione a Master Reiki e Master di Allineamento Reiki l’insegnamento delle attivazioni un affiancamento a un corso di Reiki per ogni livello (anche più se l’allievo desidera) . Al termine del percorso, come per ogni livello, viene rilasciato un diploma di Reiki Master ed uno di Master in Allineamento Reiki validi ai fini dell’insegnamento di queste due tecniche.